Lifestraw: Quando la tecnologia salva le vite

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lifestraw: Quando la tecnologia salva le vite – Ad oggi l’Hi-tech oltre a migliorare la nostra vita facilitando le numerose attività giornaliere, si spinge oltre arrivando addirittura a salvarle.

Un esempio pratico è fornito da LifeStraw, un innovativo filtro d’acqua portatile capace di filtrare ed eliminare il 99,9999% di batteri e il 99,90% di protozoi presenti in una qualsiasi fonte d’acqua.
Il dispositivo, che nasce nel 2005 come prodotto a scopo umanitario dall’azienda svizzera Mikkel Vestergaard Frandsen, vivendo a contatto con i problemi quotidiani di villaggi africani e indiani, funziona in modo molto semplice e intuitivo.

Lifestraw

Il dispositivo non necessità di alcun tipo di energia perché, proprio come una cannuccia, basta appoggiare la bocca all’estremità fornita di beccuccio, immergerne la base nella fonte d’acqua e aspirare. L’acqua attraversa diversi filtri nei quali si catturano ed espellono gli eventuali sedimenti e andando quindi ad eliminare la carica batterica, migliorando il sapore e l’odore dell’acqua.

Il dispositivo filtrante è inserito in un tubo della lunghezza di 31 cm e di 30 mm di diametro in materiale plastico. Il meccanismo di filtrazione è esclusivamente di tipo fisico e si basa su un filtro a fibre cave, attraverso le quali possono passare solo particelle che abbiano un diametro minore di 0.02 micrometri.

Un singolo dispositivo può filtrare un massimo di 1000 litri di acqua sufficienti al fabbisogno di una persona per un anno, anche se il dispositivo in sé ha un tempo di utilizzo utile largamente inferiore all’anno, rimuovendo il 99,9999% dei batteri eventualmente presenti e il 99,9% dei parassiti (inclusi Giardia e Cryptosporidium).

Tuttavia, Lifestraw non è in grado di filtrare metalli pesanti e virus.

LifeStraw Family è un prodotto simile a LifeStraw, ma (come si intuisce dal nome) dotato di una maggiore autonomia: può infatti filtrare un massimo di 18.000 litri di acqua sufficienti al fabbisogno di una famiglia di 5 componenti per 3 anni.

Distribuzione:

LifeStraw e la versione Family sono stati distribuiti:

  • nel 2006 in Indonesia;
  • nel 2007 in Uganda (durante le guerre civili);
  • nel 2008 in Myanmar (in seguito al passaggio del ciclone Nargis);
  • in seguito al terremoto di Haiti del 2010;
  • in seguito all’alluvione del Pakistan del 2010.

Attraverso il nostro programma Give Back, abbiamo fornito acqua potabile a oltre 1 milione di bambini in tutto il mondo.

Lifestraw

Tutti i prodotti Lifestraw

Nel corso degli anni l’azienda ha diversificato più volte il prodotto di base costituito dal semplice filtro, fino al punto tale da rendere Lifestraw adatto a qualsiasi evenienza e a tutte le possibili circostanze.

Come si può vedere dalle seguenti immagini, il prodotto basico Lifestraw Go, si è ramificato in molteplici versioni ognuna studiata per determinati utilizzi o destinata ad una pluralità di persone.

Home

Universal

Community

Go

Lifestraw

Game

Lifestraw

Mission

Lifestraw

Flex

Lifestraw

Steel

Lifestraw

Family

Lifestraw

Flex con borsa Gravity

Lifestraw

LifeStraw

Potrebbero interessarti:

Riforestazione: Seed Bombing utilizzerà le Bombe di semi in Thailandia

Vaccino entro il 2020: L’annuncio di Pzifer e BioNTech

Amazon: vale quanto le 30 aziende tedesche più grandi

5G: Cos’è e come funziona

Tecnologia Laser: meccanismi fisici e applicazioni

Lifestraw: Quando la tecnologia salva le vite

Un commento su “Lifestraw: Quando la tecnologia salva le vite”

Lascia un commento