Robotica collaborativa: Gli stati generali di Universal Robots

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Robotica collaborativa: Gli stati generali di Universal Robots – La Robotica collaborativa, quella che da molti viene definita come “la fabbrica 5.0”, negli ultimi tempi sta aprendo nuovi scenari nell’ambito industriale, tecnologico e scientifico a livello globale.

La Robotica collaborativa, possiamo definirla come quella parte della robotica che si basa sullo studio, applicazione e utilizzo dei cobot, ovvero tutti quei robot progettati e costruiti al fine di interagire fisicamente con l’operatore umano all’interno di uno spazio di lavoro.

Il 26 Novembre 2020 si è tenuto l’evento online “Gli Stati Generali della Robotica Collaborativa” organizzato da Universal Robots, un’azienda danese prima al mondo per la produzione di robot industriale collaborativi, i “Cobot”.

Gli stati Generali della Robotica Collaborativa

Durante “Gli Stati Generali della Robotica Collaborativa” sono stati realizzati numerosi incontri e ritrovi con alcuni dei maggiori esperti di automazione e di robotica degli Stati Uniti.

All’evento parteciparono alcuni tra i più grandi esponenti del mondo universitario, della ricerca, dei competence center, il sindacato, le associazioni di categoria e le imprese.

I temi principali trattati nel corso dell’evento erano tutti strettamente collegati alle competenze necessarie per lavorare nell’industria del futuro, più precisamente, si è parlato di come i cobot hanno ridisegnato parte dell’attività industriale, come è stato modificato il ruolo dell’uomo nel processo produttivo e infine quali potranno essere in futuro le possibili applicazioni e utilizzi di quest’ultimi robot.

Gli Stati Generali vogliono richiamare l’attenzione sul ruolo della robotica collaborativa nel sostenere crescita delle imprese e continuità produttiva; vogliono indagare le possibilità applicative future; si interrogano su come sia cambiato il ruolo dell’operatore, quali competenze gli vengano richieste oggi e quali dovrà acquisire domani.

Alessio Cocchi, country manager Italia di Universal Robots.

Articoli correlati:

Storia della Robotica

Bostom Dynamics: cambio di proprietà a breve

LightVault: l’opera d’arte realizzata da 2 robot

La quarta generazione di Intelligenza Artificiale

La tecnologia per il controllo mentale del robot Gundam

Intelligenza Artificiale: cos’è e come funziona

Lascia un commento